Persephone / Kore (We all have darkness)

persefone-001 txt

IMG_20200205_122213_717

IMG_20200121_115358_892

Persephone / Kore (We all have darkness)
She was just an innocent girl before she had become the queen of the underworld, through her abduction by and subsequent marriage to Hades, the god of the underworld. He tricked her, giving her some pomegranate seeds to eat in the underworld, so she was obliged to spend a third of each year (the winter months) there, and the remaining part of the year with the gods above.
She’s also the goddess of springtime, flowers and vegetation. So I portrayed Persephone half shining, lit, with pomegranate flowers in the background, and half obscured, in the shade.
I have always been struck and inspired by this contrast between light and darkness.
I think we all have a dark side, even if we hide it.
“Rare” (new single and album too) by Selena Gomez has been an inspiration for my portrait of Persephone: I was listening to it, both when I got the idea and while I was drawing and coloring her.

Realized with: pencils, ink, digital color and Instagram filtrer.

When did you cross over to the dark side? Do we all have a side we don’t show to anyone? Comment below.

pic persefone

 

La MITOLOGIA GRECA è fonte d’ispirazione per i miei disegni. Appassiona me e fa sognare voi, cosa c’è di più bello?

Il mio disegno di Persefone è in assoluto quello che avete condiviso più spesso nelle vostre stories (come si può vedere scorrendo col dito questo post).
E di questo vi ringrazio di cuore! Io non dò nulla per scontato.

Realizzato con: matite e china a penna. Ho aggiunto il filtro Instagram “Aden”.

Ringrazio anche Laura Bellanova perché ha scelto il mio disegno per illustrare una delle sue poesie, tratta dal suo prossimo libro.
Buona lettura a tutti!

“Io Persefone mi persi
Chiesi aiuto ma nessuno mi udì
La terra si aprì sotto i miei piedi
E il dio Hades mi portò giù
Nel batatro degli abissi.
Prima a cercarmi fu mia madre
La mia devota Demetra
Non potevamo stare l’una senza l’altra.
Lei chiese a Ecate che della notte era la Signora,
notizie di me
Fu mandata dal Sole che le spiegò
Il volere di Zeus di farmi rapire da Hades.
Dalla rabbia mia madre
Non tornò all’Olimpo
Ma si tramutò in una vecchia vestita di cenci
E poi triste pianse accanto a un pozzo.
Trovò pietà e rifugio presso il pastore Celeo e sua moglie
Poi per vendicarsi della decisione di Zeus
Di farmi condurre negli abissi
Col tocco delle sue mani
Rese la terra infruttuosa
Così il potente Zeus che assistiva al danno della carestia
Scese a patti con Demetra
E stabilì ch’io vivessi due terzi dell’anno con mia madre
E un terzo con Hades giù nell’Erebo.
Così io, divenuta creatura dell’oltretomba
Sono parimenti come un seme
E resterò sottoterra finché non giunga a desiderare i miei germogli
La tenera lucente e calda primavera.”

Fatemi sapere se vi piace questa poesia, con un commento qui sotto.

 

♡ Follow me ♡
▶ Facebook https://www.facebook.com/EvelynArtworks
▶ Twitter https://www.twitter.com/Evelyn_Artworks
▶ Instagram https://www.instagram.com/evelyn_artworks

 

Work in progress video:

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...